Choc a Firenze dove un sudanese di 28 anni ha sfilato la pistola al vigile sparando quattro colpi nella zona di Campo di Marte. Il giovane, fermato con l’accusa di tentato omicidio, ha reagito al controllo dei vigili che lo avevano fermato poiché allertati dai residenti che avevano notato un ragazzo, a bordo di una bici, fare zigzag tra il traffico. Stando ad una prima ricostruzione (come riporta puntualmente il “Corriere Fiorentino”), un ispettore gli avrebbe intimato l’alt ma lui, anziché fermarsi, gli sarebbe andato addosso con la bici. A quel punto i due sarebbero finiti per terra con il migrante che sfila la pistola al vigile, una 9 x 21 con 15 colpi, puntandogliela in faccia. Così partono i primi colpi che, fortunatamente, finiscono sull’asfalto. Nessun ferito.

Migrante non si ferma all’alt dei vigili

A fermare il migrante sono stati una collega dell’ispettore ed un passante che si sono buttati addosso al giovane per evitare il peggio. Agli atti anche il video di un testimone che ha filmato tutto. Il pm, che sta indagando sull’accaduto, potrebbe chiedere una perizia medica sul giovane che, stando alle prime indiscrezioni, aveva già precedenti di polizia. A marzo era stato fermato poiché, armato di un cacciavite, avrebbe tentato di rubare capi di abbigliamento in un negozio a Firenze.

Migrante aveva già precedenti

“Quelle pistolettate ci hanno scioccato” hanno dichiarato i residenti al “Corriere Fiorentino”. “Un film dell’orrore” hanno riferito altri. “Poi è arrivato un giovane africano, ben vestito e con accento fiorentino, che ha cercato di dare un mano ai poliziotti” ha rincarato la dose una residente.