Paura nella notte a Firenze, dove un incendio divampato all’interno di un palazzo del centro ha costretto otto persone a cercare rifugio sul tetto dell’edificio.

Le fiamme si sono alzate in via Alamanni, nei pressi di Santa Maria Novella, dove si erge lo stabile, ex proprietà del Dopolavoro ferroviario, occupato abusivamente da una decina di persone.

Sul luogo sono accorse diverse squadre dei vigili del fuoco con mezzi autoscala, le quali sono riuscite a portare in salvo gli abitanti che erano scappati in cima all’edificio. Fortunatamente non vi sono stati feriti.

Da quanto è stato possibile ricostruire pare che l’incendio, che ha provocato molto fumo, si sia originato dagli scantinati. Le cause però devono ancora essere determinate. In corso le verifiche per l’accertamento dei danni e l’analisi di agibilità dello stabile.

Un condomino costretto sulla carrozzina, a differenza degli altri con regolare contratto d’affitto, non ha invece potuto rifugiarsi sul tetto; tuttavia a la persona non ha riportato conseguenze fisiche, in quanto l’appartamento non è stato interessato dalle fiamme né è stato raggiunto dal fumo. Con lui era rimasto il figlio che non aveva voluto lasciarlo solo.