Notte di autentico panico quella trascorsa a Firenze a causa di una scossa di terremoto che è stata distintamente avvertita intorno alle ore 3:00 con epicentro individuato nella zona del Chianti e in particolare nelle vicinanze del capoluogo toscano ma percepita in tutta la regione. I Vigili del Fuoco, in contatto con il centro studi sisimici della Toscana, hanno indicato una magnitudo del 3.7 della scala Richter con epicentro, appunto, tra Firenze e San Casciano. Al momento non sono stati segnalati danni a persone o cose, ma è stata davvero tanta la paura avvertita da molti cittadini fiorentini, testimoniata anche sui social network.

L’Istituto Nazionale di Geofidica e Vulcanologia ha poi confermato il verificarsi del sisma e la magnitudo del 3.7 avvenuta alle 3.04 di questa notte, indicando l’epicentro dello sciame sismico 18 chilometri a sud di Firenze, a una profondità di 9 chilometri. La notte a Firenze è stata vissuta drammaticamente e molte persone a causa della scossa sono state svegliate dal sonno, anche ai piani bassi degli edifici. Situazione di panico diffuso a tratti ingestibile con numerose persone che hanno trascorso la notte in strada per lo sgomento.

Alto anche il numero delle chiamate giunte alla sala operativa del comando di Firenze della municiaple e dei vigili del fuoco, fermatesi solo circa un’ora dopo il manifestarsi del terremoto. Precedenti significativi dicono che nei mesi scorsi, nell’area interessata, si sono verificate varie scosse: secondo i dati del recente passato, la magnitudo maggiore era stata di 4.1, registrata il 19 dicembre 2014.