Poco dopo la mezzanotte si è scatenato un incendio nell’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino, che ha avuto come conseguenza la chiusura dello scalo e la cancellazione di tutti i voli, almeno fino alle ore 14 di oggi.

Le indagini sono ancora in corso, ma l’ipotesi più accreditata è che le fiamme si siano sviluppate a partire dall’area commerciale, forse dalla cucina di un ristorante, ma secondo altre fonti il fuoco avrebbe avuto origine nel deposito bagagli.

Numerosi i negozi del settore commerciale sito al piano -1 del terminal 3 interessato che sono rimasti seriamente danneggiati: l’estensione dell’area dell’incendio è infatti stimata intorno ai 400 metri quadrati. Vigili del fuoco, sicurezza e forze dell’ordine stanno perlustrando l’area muniti di mascherine, essenziali per respirare in un ambiente in cui l’aria è irrespirabile a causa del fumo intenso e penetrante.

Gli accessi ai terminal 2 e 3 sono stati bloccati da transenne, subito dopo aver evacuato le centinaia di passeggeri che questa notte aspettavano al terminal 1 e che hanno assistito intorno a mezzanotte ai primi istanti dell’incendio di Fiumicino. I vigili del fuoco una volta allertati e arrivati sul posto sono riusciti a domare le fiamme sviluppatesi solo alle 7 di questa mattina.

I passeggeri che avrebbero dovuto trovarsi in aeroporto oggi sono stati invitati a non recarsi sul luogo e a prendere contatto con le proprie compagnie. Dal canto suo Alitalia ha assicurato che sarà possibile prenotare nuovamente i propri voli o chiedere un rimborso in caso di cancellazione.

Fino alle 14 di oggi saranno bloccati tutti i voli della compagnia, a parte gli arrivi di 13 voli internazionali. Attivata la Sala Crisi dell’Enac per ovviare all’emergenza: i direttori degli altri scali nazionali sono stati contattati affinché gestiscano i voli che originariamente avevano come destinazione finale Fiumicino.

In ogni caso per una ripresa completa del servizio ci vorrà qualche giorno, dato che alcune fonti interne a Fiumicino hanno assicurato che il ritorno a pieno regima sarà graduale.