Dopo un lungo tira e molla il centrocampista resta al Milan

Tutto risolto tra il centrocampista francese Flamini e la società rossonera, il giocatore e il club hanno trovato l’accordo per un altro anno.
Flamini alla fine ha accettato la proposta di Adriano Galliani ovvero la riduzione dell’ingaggio dai quattro milioni netti annui della passata stagione a 1,6.
Flamini non è l’unica questione a fare banco in casa milanista, la diregenza è sulle orme del centrocampista del Real Madrid Diarra, il giocatore sarebbe contento di sbarcare a Milano sapendo che un’altra stagione a Madrid vorrebbe dire molta panchine in quanto il giocatore non è una delle prime scelte di Josè Mourinho, l’unica difficoltà nell’operazione è lo stipendo, il centrocampista in forze al Real Madrid attualmente guadagna 4,3 milioni di euro netti a stagione e il club di via turati non potrebbe assicurarglielo.
Dal Milan si allontana Alberto Aquilani, il centrocapista cresciuto nella Roma è stato convocato dal Liverpool società che ne detiene il cartellino, ora tocca al calciatore trattare con il club inglese per potersi liberare per tornare a Milano, in questa fase di forte crisi economica anche il mondo del gioco ne risente e i calciatori sono costretti a “sacrifici” se desiderano cambiare squadra.