Due giovani sono stati accoltellati a Monte Sant’Angelo (Foggia) per aver urinato sul muro esterno della casa del loro aggressore, un autista del 118 di 60 anni. A morire è stato uno due dei ragazzi, Felice Fischetti di 23 anni mentre l’altro guarirà in otto giorni, così come riferito dai medici che lo hanno preso in cura.

Accoltellati alla gamba e all’addome

A causare l’omicidio, dunque, sarebbe stata la decisione – da parte dei due giovani – di urinare sul muro di casa del 60enne che non l’ha presa affatto bene: l’aggressore, infatti, è subito sceso in strada accoltellando un giovane alla gamba e l’altro all’addome. Un banale diverbio che, dunque, è sfociato in una vera e propria tragedia con la morte del 23enne. L’altro, fortunatamente, è riuscito a salvarsi in extremis.

Accoltellati, uno dei ragazzi si è salvato

La vittima era stata immediatamente trasferita alla “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo ma versava già in gravi condizioni: le ferite riportate da Felice Fischetti, di 23 anni, non hanno consentito ai medici di salvargli la vita. Così è morto poco dopo al nosocomio.

L’aggressore, invece, è stato ricoverato presso la “Casa Sollievo della Sofferenza” poiché, dopo l’aggressione, avrebbe avuto un crollo psicofisico. Adesso saranno gli inquirenti a ricostruire meglio la dinamica dei fatti.