AGGIORNAMENTO 21 SETTEMBRE ORE 7.50 - La 15enne è morta stamattina alle 7.

AGGIORNAMENTO 20 SETTEMBRE ORE 18.30 - La polizia ha ritrovato il corpo del 37enne che, dopo una lite, ha sparato un colpo in pieno viso alla figlia della sua ex e poi si è suicidato.

Tragico fatto di cronaca a Ischitella, paesino in provincia di Foggia, dove una ragazza di 15 anni è stata ferita al volto da un proiettile mentre si stava recando a scuola. Il responsabile sarebbe un uomo che dopo aver esploso il colpo è fuggito facendo perdere le proprie tracce.

Critiche le condizioni della giovane, che è stata portata in elicottero agli Ospedali Riuniti di Foggia: qui per curarla al meglio è stata sottoposta a coma farmacologico. Il caso è stato affidato ai carabinieri del luogo, i quali non sono riusciti a trovare bossoli nel luogo presunto della sparatoria.

È possibile infatti che il colpevole abbia utilizzato un revolver o che abbia recuperato il proiettile prima di scappare. Al vaglio anche le immagini delle telecamere della zona.

Inoltre i militari stanno cercando di ricostruire l’ambiente famigliare e le conoscenze personali della vittima, in modo da comprendere se l’autore del terribile gesto possa essere a lei legato in modo diretto. La ragazza era stata affidata ai nonni dai servizi sociali.

Secondo Il resto del Gargano, in base alle testimonianze dei presenti raccolte dai carabinieri, il responsabile sarebbe l’ex compagno della madre, un 37enne con il quale avrebbe avuto una discussione. L’uomo sarebbe stato trovato ferito alcune settimane prima, forse a seguito di un tentativo di suicidio.