È una morte che non si può accettare, che ha sconvolto il mondo del volley abruzzese. Stiamo parlando di Francesca Prosperi, una ragazza stroncata da un raro tumore a soli 17 anni. Lei, giovane promessa della Pallavolo Roseto, ha combattuto con tutta se stessa: era determinata, coraggiosa e pronta a vincere questa ardua sfida. E, invece, il cancro ha avuto la meglio. Due anni fa, infatti, la studentessa aveva cominciato una terapia all’Ospedale Santo Spirito di Pescara: ora il decesso.

Una notizia che ha sconvolto tutti e che spinto le sue compagne di squadre a tributarle su Facebook un ultimo saluto. Intanto tutte le gare regionali e provinciali di questo fine settimana hanno rispettato un minuto di silenzio. Queste, infine, le parole della Fipav, Federazione Italiana Pallavolo Comitato Territoriale Abruzzo Nord Ovest:

Il CT Abruzzo Nord-Ovest si unisce nel dolore di questo giorno alla famiglia e alla Pallavolo Roseto per la prematura scomparsa dell’atleta Francesca Prosperi. Nelle gare del 5 e 6 maggio si osserverà un minuto di silenzio in tutte le gare regionali e provinciali.