Francesco Di Giacomo è morto in un incidente stradale. Il cantante del Banco del Mutuo Soccorso, 66 anni di Siniscola, avrebbe perso il controllo della sua auto a causa del malore a Zagarolo, in provincia di Roma, e invadendo la corsia opposta si è schiantato contro un altro veicolo. Subito soccorso, è deceduto durante il trasporto ospedale di Palestrina. Illeso, invece, il conducente dell’altra auto.

Leader della storica band tra le protagoniste della scena rock progressive italiana, Di Giacomo aveva una timbrica da tenore, che veniva fuori dal suo fisico corpulento. Mario Luzzatto Fegiz, sul Corriere della Sera, lo descrive come la voce che lanciò il rock italiano. Dotato di capacità vocali e sceniche incredibili, Di Giacomo riusciva ad alternare momenti di calibrata prepotenza a performance più sottili.

Reclutato durante il festival pop di Caracalla del 1971, era diventato il simbolo rassicurante del Banco Del Mutuo Soccorso, gruppo nato nel 1969 e che da allora non si è più fermato (nel 2012 aveva concluso lungo e trionfale tour). Tra i grandi successi in Italia e all’estero brani come ‘Paolo Pa’, ‘Moby Dick’ e ‘Non mi rompete’. L’opera rock ‘Darwin’ e ‘Io sono nato libero’ sono ancora oggi rispettivamente al comando e al terzo posto della speciale classifica americana riservata ai migliori album progressive di tutti i tempi. La notizia della sua morte è arrivata durante il Festival di Sanremo e dopo il doveroso annuncio fatto da Fazio, il pubblico si è alzato in piedi per applaudirlo. Francesco Renga ha ricordato in diretta l’illustre collega.