È di una trentina di feriti, tra cui sei gravi, il bilancio dell’incidente che domenica mattina ha visto protagonista un pullman turistico spagnolo, incastratosi in un tunnel stradale a La Madeleine, nei pressi di Lille, nel nord della Francia. Il bus, affittato dall’agenzia di viaggi “Livingston” di Bilbao, trasportava una sessantina di studenti provenienti, oltre che da Bilbao, da San Sebastian e Vitoria, nei paesi baschi spagnoli, e diretti ad Amsterdam per una gita.

Ignorando il cartello che indicava un’altezza massima di 2 metri e 60 centimetri, l’autista del pullman avrebbe comunque imboccato il Grand Boulevard alla periferia di Lille e giunto al tunnel (troppo basso per le dimensioni del mezzo ) è rimasto letteralmente incastrato, riportando gravi danni strutturali nella parte superiore del veicolo, che risulta privato del tetto per quasi tutta la sua lunghezza.

30 dei giovani passeggeri, di età compresa tra i 18 e 25 anni, sono rimasti feriti nell’impatto. “Stavo dormendo” racconta uno dei passeggeri “all’improvviso ho sentito un gran frastuono e odore di fumo, i vetri in frantumi, gente coperta di sangue. Un disastro”. I tre feriti più gravi, sono stati ricoverati nell’ospedale universitario di Lille, mentre gli altri sono stati trasportati e medicati in diverse strutture sanitarie, da cui hanno potuto mettersi in contatto con le famiglie.

L’impatto è stato incredibilmente violento” ha confermato François Ducrocq, uno dei medici impegnati nei soccorsi, ma “è avvenuto quando la maggior parte dei passeggeri stava dormendo” e probabilmente è proprio questa la ragione per cui, miracolosamente, non si sono registrate vittime nell’incidente: gli occupanti del mezzo erano infatti tutti seduti e con il capo reclinato, hanno spiegato i soccorritori.

L’autista, posto in stato di fermo, è stato interrogato dalla polizia e sottoposto all’alcol test, con risultato negativo. Il 59enne si è giustificato dicendo di aver semplicemente seguito le indicazioni del Gps.

Le condizioni dei sei feriti gravi risultano attualmente stabili, mentre le autorità si stanno in queste ore occupando del rimpatrio degli altri giovani.