[AGGIORNAMENTO ore 14:20]: ci potrebbe essere la firma dell’Isis dietro l’assalto alla chiesa nelle vicinanze di Rouen e la stessa organizzazione avrebbe rivendicato l’attentato. Intanto sarebbe confermato che i due avrebbero fatto irruzione al grido di “Daesh” e “Allahu Akbar”. Secondo una fonte della stampa locale uno dei due assalitori sarebbe stato noto alle autorità come a rischio di radicalizzazione.  Confermata la morte del parroco di 84 anni, sgozzato dai due, mentre un’altra vittima si troverebbe in condizioni disperate.

[AGGIORNAMENTO ore 11:20]: secondo fonti locali due degli ostaggi sarebbero morti prima che potessero intervenire le forze di sicurezza. Pare che tra questi vi fosse anche il prete della chiesa, che sarebbe stato sgozzato. La notizia arriva dal quotidiano Le Parisien ma deve essere ancora confermata ufficialmente, mentre invece è ormai certo l’abbattimento dei due assalitori.

Due uomini armati di coltelli hanno preso in ostaggio due suore, un prete e svariati fedeli di una chiesa sita a Saint-Etienne-du Rouvray, non lontano da Rouen, in Francia. Secondo fonti locali della polizia in tutto il numero degli ostaggi oscillerebbe tra le quattro e le sei persone.

I due uomini sarebbero penetrati nella chiesa tra le 9 e le 9.30, quindi durante la messa mattutina, passando per la porta posteriore dell’edificio.

Forze speciali e vigili del fuoco, insieme alle unità anti-terrorismo, sono arrivate sul luogo. Dalle prime testimonianze pare vi siano stati numerosi feriti nell’assalto.

Intorno al luogo di culto è stato innalzato un perimetro di sicurezza e l’intera zona è stata evacuata per precauzione.

I due assalitori, che secondo alcune fonti potrebbero aver avuto dei disagi psichici, sono stati abbattuti dalle forze dell’ordine, per quanto manchi ancora la conferma ufficiale della polizia.

Ancora ignoto il movente che avrebbe spinto la coppia al gesto violento.