Tensione in Francia dove, all’arrivo del deputato del Gard, Gilbert Collard, si sono registrati scontri da parte di “teppisti di estrema sinistra”, così come li ha definiti David Rachline, portavoce della campagna presidenziale di Marine Le Pen. “Collard è stato aggredito vigliaccamente insieme alla moglie all’ingresso dello Zenith” mentre stava tentando di raggiungere il teatro per il comizio di Le Pen. “Stavo per prendermi una bottiglia di birra in testa ma grazie al cielo un poliziotto è riuscito a scansarla, come anche una specie di bomba infiammabile” ha raccontato Collard, una volta entrato al convegno di Le Pen.

Una donna sale sul palco durante il comizio di Le Pen

“Questi estremisti di estrema sinistra camminano a gambe all’aria. Vengono a disturbare il comizio dell’unica donna che difende le donne” ha tuonato Marine Le Pen che poi ha promesso di voler difendere i “francesi che vogliono vivere come francesi”. Momenti di tensione si sono registrati anche quando, all’improvviso, una donna è salita sul palco, immediatamente braccata dal servizio d’ordine che l’ha portata via. “Siamo a casa nostra!” hanno gridato i militanti mentre la Le Pen ha ribadito che “questa è la visione degli estremisti di sinistra di fronte all’unica candidata donna che difende le donne”.