Un gruppo di sei sciatori è stato travolto da una slavina nel parco regionale del Queyras sulle Alpi Francesi. La notizia è stata resa nota dal ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, che ha dichiarato che i corpi dei quattro uomini e delle due donne, tutti esperti sciatori, sono stati tutti ritrovati. La tragedia sarebbe avvenuta ieri pomeriggio quando il gruppo di persone, tutte appartenenti a un club alpino francese, è stato sorpreso da una slavina sulle Alte Alpi francesi nella regione di Queyras, a 200 chilometri a nord di Nizza, vicino al confine italiano.

Le tre prime vittime sono state ritrovate nel corso della mattinata. La prefettura ha dichiarato che le ricerche degli sciatori, inizialmente considerate disperse, erano iniziate già ieri nel tardo pomeriggio ma che, a causa delle pessime condizioni meteorologiche, sono state interrotte all’una di questa notte. Tutte le vittime erano francesi e avevano un’età tra i 50 e i 70 anni.

L’allerta era stata lanciata dal loro entourage, dopo che non avevano fatto ritorno alla stazione sciistica di Ceillac all’orario previsto. In quel momento l‘allerta valanga era a un livello di 3 su 5, “alto ma non massimo”, ha aggiunto Bernard, invitando tutti a non praticare nei prossimi giorni sci alpino o di fondo. Dopo le recenti tragedie, il gruppo di soccorso PGHM di Chamonix ha allertato sulle condizioni insidiose del manto nevoso. Il comandante Jean Baptiste Estachy ha dichiarato: “Dobbiamo essere molto vigili”.

Foto InfoPhoto