[AGGIORNAMENTO ore 21:45]: in seguito all’intervento delle teste di cuoio l’uomo che si era barricato nell’hotel Formula 1 di Bollene è stato arrestato. Confermato lo stato di disagio mentale del protagonista di questa vicenda che ha tenuto con il fiato sospeso la Francia: l’uomo si sarebbe infatti inalberato con il manager, in quanto rifiutava di pagare la stanza nella quale aveva soggiornato.

Ancora attimi di paura in Francia, questa a volta a Bollene, nelle vicinanze di Avignone.

Un uomo armato – le fonti sono contraddittorie ma i più parlano di un coltello – si sarebbe infatti barricato in un hotel della catena low cost Formula 1.

Stando alle dichiarazioni della polizia l’uomo avrebbe con sé un pacco da cui sono stati visti uscire dei fili elettrici, che potrebbe essere considerato un ordigno esplosivo, in mancanza di prove che smentiscano l’ipotesi.

La struttura alberghiera è stata evacuata ed è stato eretto un perimetro di sicurezza di 250 metri: un’operazione di polizia è attualmente in corso con l’ausilio degli artificieri arrivati sul posto e le forze di pronto intervento della Gendarmerie Nationale. Intorno alla zona volteggia un elicottero

Per sicurezza è stato chiuso anche il tratto interessato dell’autostrada 47 Marsiglia – Lione. Al momento risultano ignote le motivazioni che hanno portato l’uomo al gesto disperato, per quanto un poliziotto parli di una discussione con il manager dell’hotel a causa del mancato pagamento della stanza che aveva occupato.

In attesa dell’arrivo dei negoziatori si apprende da alcune fonti locali che prima dell’intervento delle forze dell’ordine l’uomo avrebbe fatto in tempo a prendere degli ostaggi, tra cui ci potrebbero essere dei feriti.

In Francia l’allerta contro atti di terrorismo è ai massimi livelli dopo l’attentato di Nizza e l’arresto di questa notte di un ragazzo che nascondeva in casa dell’esplosivo.