Camicia blu e giubbotto smanicato marrone. Così Franco Battiato in una foto pubblicata dal cantante Luca Madonia a tavola con lui. Del cantautore siciliano, nato a Riposto nel 1945, nell’ultimo periodo si sono rincorse diverse voci: l’ultima, nell’estate del 2018, secondo cui Battiato fosse malato di Alzheimer. Un’ipotesi subito smentita dalla moglie del fratello Michele che al “Corriere” disse: “Una diagnosi di Alzheimer o di demenza senile non è mai stata fatta. Come si fa a scrivere una cosa del genere?”. A far sorgere dubbi sullo stato di salute di Battiato era stata una poesia di un amico pubblicata sui social: “Ode all’Amico che fu e che non mi riconosce più”. 

Franco Battiato da tempo manca da palchi e tv, da tempo non partecipa a incontri pubblici né rilascia interviste alla stampa. Ha deciso di vivere, serenamente e lontano dai riflettori, dalla frenesia della città e degli spettacoli, nella sua villetta di Milo, tra l’Etna – che i catanesi chiamano “A Muntagna” – e il mare di Catania. Il cantautore siciliano, e su questo non ci sono dubbi, è stato provato dalle fratture di bacino e femore ma è sempre assistito dalla cognata, dal fratello e anche dal suo autista e dalla sua governante.

Nell’annullare i concerti di novembre 2017, lo staff di Battiato – dalla sua pagina Facebook – parlava di “un lungo periodo di convalescenza” che avrebbe “reso impossibile una nuova programmazione delle date”. A dicembre 2017 spiegavano: “Prosegue secondo i piani prestabiliti e con successo la fisioterapia alla gamba sinistra di Franco. Ora siamo di nuovo in piedi!”.