Finalmente ha visto la luce il nuovo Frecciarossa 1000, il nuovo treno uscito dagli stabilimenti della AnsaldoBreda di Pistoia che le Ferrovie dello Stato hanno deciso di dedicare alla memoria di Pietro Mennea. I primi esemplari di questo nuovo mezzo di trasporto, capace di raggiungere i 400 chilometri orari di velocità di punta, entreranno in servizio solo tra la fine del 2014 e l’inizio 2015, ma che rappresenti una svolta è un dato di fatto.

Tocca il cuore e fa riflettere la dedica per Pietro Mennea: idealmente, questo nuovo treno permetterà all’italiano più veloce di sempre di poter continuare a correre, in Italia e in Europa. Presenti all’evento l’Amministratore Delegato del Gruppo FS Italiane Mauro Moretti, e l’AD di Finmeccanica Alessandro Pansa, insieme ai due AD di AnsaldroBreda e Bombardier, rispettivamente Maurizio Manfellotto e Roberto Tazzioli, aziende costruttrici del treno stesso. Ora, per la nuova locomotiva, inizieranno i test e le prove tecniche in vista dell’omologazione, anche se per vederlo in pista (anzi, sui binari…) bisognerà aspettare il 2014. Intanto c’è chi sogna: andare da Milano a Roma in due ore, fino a qualche tempo fa, sembrava pura chimera.

Ovviamente entusiasta l’AD di FS Italiane Mauro Moretti: “Questo che oggi dallo stabilimento AnsaldoBreda è il più bel treno al mondo ed è l’emblema della svolta di FS Italiane, divenuto negli ultimi anni un Gruppo industriale che produce ricchezza e crea valore. La bellezza – ha concluso Moretti – è il simbolo dell’Italia e questa bellezza diventerà il biglietto da visita del Paese, come segno delle cose migliori che sappiamo fare”.