Il Front National di Marine Le Pen potrebbe condurre la Francia sull’orlo di una guerra civile. È l’allarme lanciato dal primo ministro francese Manuel Valls. Le dichiarazioni dell’esponente socialista arrivano a due giorni dai ballottaggi delle elezioni regionali. Secondo Valls il trionfo dell’estrema destra è destinato a spaccare per sempre il Paese:

Ci sono due visioni per il nostro Paese. Una, quella dell’estrema destra, in fondo, predica la divisione. Questa divisione può condurre alla guerra civile.

Parole forti che testimoniano il clima di tensione che si respira nel Paese. Valls ha chiesto ai socialisti di votare per i conservatori, i repubblicani di Nicolas Sarkozy, pur di sbarrare il passo al Front National nelle regioni in cui è in testa regalando di fatto ben 3 regioni agli avversari. Il partito della Le Pen è in testa in sei regioni ma domenica potrebbe ricevere un’amara sorpresa a causa dell’appello di Valls agli elettori socialisti.

Secondo le ultime rilevazioni infatti ben 3 socialisti su 4 sono pronti a votare per i conservatori sia nel Nord che nel Sud del Paese togliendo la vittoria di mano al Front National. Marine Le Pen ha criticato aspramente la strategia di Valls:

Rovinerò la vita al governo, ogni minuto di ogni giorno sentiranno parlare di me.

La leader di Front National ha tuonato contro i socialisti accusandoli di essere diventati i direttori della campagna elettorale della destra. La Le Pen non ha risparmiato neanche i conservatori:

I candidati di Sarkozy fanno discorsi sempre più di sinistra. Anzi, sono più a sinistra del Ps.

Non abbandonando le speranze di un trionfo  Marine Le Pen ha promesso ai suoi elettori che non darà tregua al governo:

Se diventerò presidente nel Nord, io questo governo non lo lascerò in pace un momento. Quello che noi vogliamo è solo un’alternanza democratica e non queste derive da repubblica delle banane.