Una fuga di gas che ha provocato un’esplosione. Sarebbe questa la causa che avrebbe provocato la distruzione di una chiesa, martedì 2 maggio, sull’altura di San Giovanni della Vena, presso il Comune di Vicopisano (provincia di Pisa). La fuga di gas sarebbe provenuta da una bombola che veniva utilizzata per cucinare e che fortunatamente, una volta esplosa, ha provocato solo un ferito lieve ma nessuna vittima. Tutti gli altri giovani, poco prima dell’esplosione, sono stati infatti messi in salvo da una persona che aveva sentito forte odore di gas nell’aria e aveva intuito l’imminente pericolo.

La fuga di gas e l’esplosione hanno però provocato, purtroppo, la distruzione della chiesa del Castellare, considerata il simbolo della cittadina. Soltanto una facciata è rimasta in piedi e a quanto pare dovrebbe essere stato salvato anche il crocifisso che essa custodiva.

La chiesa del Castellare era stata costruita attorno alla metà del diciassettesimo secolo e aveva subito danni nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Successivamente è stata ristrutturata e ha accolto le funzioni e le feste dei ragazzi fino alla sera del 2 maggio, quando è andata quasi completamente distrutta a causa dell’esplosione della bombola di gas.