Strano furto a Castelvetrano, nel trapanese. Ladri, infatti, sono entrati nell’abitazione rurale, sita in contrada Strasatto, di proprietà di uno dei nipoti del boss latitante Matteo Messina Denaro. Non era mai successo. Quell’abitazione, infatti, sarebbe intestata a Francesco Guttadauro che, però, è in carcere così come il padre Filippo, fratello di Giuseppe Guttadauro che si ritiene essere il capomafia di Brancaccio, a Palermo.

Matteo Messina Denaro è ancora latitante

A chiamare i carabinieri è stata Rosalia Messina Denaro, sorella del boss latitante, e madre di Francesco Guttadauro, proprietario della casa oggetto di furto. Stando alle prime informazioni trapelate, i malviventi avrebbero forzato gli infissi dell’abitazione rurale di contrada Strasatto, a Castelvetrano, nel trapanese, per poi rubare tutti i cavi di rame del sistema elettrico oltre ad ad alcuni oggetti di cui ancora deve essere fatto l’inventario.

La casa, comunque, risultava essere disabitata.

La sorella di Matteo Messina Denaro chiama i carabinieri

I carabinieri indagano su quanto accaduto valutando, di fatto, ogni ipotesi: potrebbe essersi trattato di un messaggio al boss latitante Matteo Messina Denaro oppure, più semplicemente, di un furto da parte di malviventi che – probabilmente – non sapevano nemmeno a chi fosse intestata quell’abitazione in contrada Strasatto, a Castelvetrano, nel trapanese.