Campania, Piemonte, Lombardia e Liguria: queste le regioni in cui si sta svolgendo la grande operazione dei carabinieri di Ferrara che ha messo in ginocchio una banda specializzata nel furto di farmaci antitumorali.

In tutto sono 18 le ordinanze di custodia cautelare (di cui 16 in carcere) nei confronti dei membri del gruppo criminale che dal 2014, anno di avvio delle indagini, aveva messo a segno una serie di furti nelle farmacie e ospedali del Centro-Nord, selezionando appositamente medicinali dall’elevato costo e in genere destinati ai trattamenti relativi a patologie oncologiche.

L’operazione, che oggi si è avvalsa della collaborazione dei comandi dei Carabinieri di Napoli, Salerno, Caserta, Genova, Torino, Asti e Brescia ha preso il via due anni fa e, grazie a un solerte lavoro di analisi tecnica e riscontri investigativi, ha portato alla luce l’esistenza di un’associazione a delinquere di questo tipo: i farmaci acquisiti in questo modo venivano poi venduti in Italia e in territorio europeo sul mercato nero.

Maggiori informazioni verranno fornite nel corso di una conferenza stampa organizzata a Bologna, alla quale parteciperanno il Procuratore della Repubblica di Bologna Giuseppe Amato e i vertici provinciali dell’Arma di Ferrara.