Fusina, azienda che firma la maggior parte delle vetrine più ammirate del Pitti Uomo di Firenze e la Milano Fashion Week, ha allestito anche quelle per LuisaViaRoma, Mash Junior e La Rinascente.

Time flies, butterflies too – Il tempo vola e anche le farfalle” questo il concept espresso per omaggiare gli orologi in edizione limitata di Parmigiani Fleurier ospitati da LuisaViaRoma in occasione del Pitti Uomo. Una vetrina d’autore realizzata dal digital storyteller Felice Limosani attraverso un’opera suggestiva composta da un pendolo architettonico, realizzato in alluminio dalle di dimensioni 5×1,20m, e una serra di farfalle, una struttura di 7x2x6m realizzata prevalentemente in plexiglas specchiato argento e blu.

Sempre in occasione della kermesse della moda uomo, Fusina ha realizzato lo spazio espositivo dedicato a Mash Junior: una settimana per realizzare l’atmosfera di una galleria d’arte moderna, utilizzando moquette e pareti in legno bianche sulle quali pendevano quadri bianchi realizzati utilizzando pezzi di giocattoli. A delineare l’ingresso due lastre in plexiglass rosso trasparenti sulle quali campeggiava il logo del brand realizzato in plexiglass specchio argento.

In occasione della Milano Fashion Week Uomo di giugno, Fusina ha rivoluzionato le otto vetrine de La Rinascente. Durante la kermesse della moda uomo di Milano il Gruppo Slower con l’Uomo Vogue ha ideato il contest “An Open Window on Talent”, che ha permesso a quattro studenti, selezionati tra le migliori scuole di moda e design internazionali, di utilizzare le vetrine come palcoscenico dei loro progetti. Affidata a Fusina, gli otto concept sono stati allestiti in una sola notte utilizzando un’infinità di materiali, da arcobaleni in filo di lycra a nuvole di cartapesta coperte da tessuti simil cotone ignifugo, tende rosse da palcoscenico e ancora erba sintetica, robot realizzati con tubi per caldaie, plexiglass e plexiglass retro stampato e legno e parquet per pavimenti.

Leggi anche:

Il Pitti secondo Martina Pelucchi: “tanta fila e 3 cose che mi hanno stregato”