Debutto al G20 per il Premier italiano Matteo Renzi, che nella serata di venerdì è atterrato a Brisbane, per l’incontro informale fra i venti grandi della Terra. Per Renzi si tratta appunto della prima volta al vertice: un G20 che si annuncia del tutto particolare perché a quanto pare il grande tema di fondo saranno gli interventi a favore della crescita economica.

Resteranno dunque al margine alcuni dei temi che in incontri del passato occupavano invece posti di rilevanza, come quello dell’ambiente (qui l’accordo Usa-Cina concluso qualche giorno fa): quasi tutti gli sforzi si concentreranno piuttosto nella definizione di piani che possano favorire lo sviluppo e la crescita e che possano condurre a centrare l’obiettivo di raggiungere il due per cento di sviluppo.

Il G20 di Brisbane si preannuncia terreno fertile per Matteo Renzi: il Premier sostiene da sempre che l’austerità di per sé non porti a molto, se non affiancata da riforme per incentivare la crescita economica (puntando soprattutto su investimenti e occupazione). E in questo sembra aver trovato dei validi alleati in Australia, dato che la maggior parte dei leader presenti pare concordare con questa sua linea. Al suo arrivo, Renzi ha avuto anche occasione di incontrare il Presidente russo Vladimir Putin, anche se in questo caso al centro dei colloqui vi sarebbero state le situazioni attuali di Ucraina, Siria e Libia.

(photo credit by: Infophoto)