Per la prossima stagione Autunno/Inverno 2014-15 Gas svela tutte le novità per la linea Uomo, Donna e Denim.

Stile ricercato ed intenso per la collezione Uomo A/I 2014-15, adatta per tutti i romantici e sognatori che indossano dei look metropolitani apparentemente informali, ma che si adattano perfettamente a diversi momenti della giornata. Una collezione che va a reinterpretare i capi intramontabili del guardaroba maschili con trattamenti innovativi con un finish di grande espressività.

Per lui il giubbotto in pelle viene proposto nella versione ecofiendly, reversibile con interno camouflage o naturale, dall’aspetto vintage. Felpe dall’effetto vissuto presentano lavorazioni burnout e dettagli di full zip a contrasto, mentre le stampe delle t-shirt vedono temi grafici e trattamenti fotografici che strizzano l’occhio al mondo dei social network. Di grande effetto è il blazer decostruito con lavorazioni semi-sartoriali di sottocolli in canapa e profili interni in fettuccia, perfetto da abbinare sulle felpe burnout ma anche sulla maglieria in cotton-cachemire, mentre a completare il look con un aspetto mosso e used ci pensano camicie dalla microfantasia floreale o cravatta tinte a freddo. Per il bottom vengono proposti pantaloni cinque tasche e chino con spruzzature indaco, lavorazioni, carteggi e stone wash ispirati al denim, ma anche sovratinture con tonalità a contrasto che vanno a creare accumuli di colore ed effetti di chiaroscuro nuvolati. Blazer, peacoat, montgomery con alamari e bomber con cappuccio vengono proposti in lana cotta e si contraddistinguono grazie ai tagli a vivo; aspetti mélange con interni macro check accompagnano le proposte per i capi autunnali mentre effetti sale/pepe o maglia inglese con mischie di diverse tonalità per quelli più invernali, affiancati da maglieria dai motivi nordici – realizzata con un filato dall’aspetto delavè o multicolor – e pantaloni con micro-stampe ton-sur-ton di fantasie cravatta o pied-de-poule. La palette dei colori varia dal cammello ai toni retrò – con sfumature di verde, dal muschio al sottobosco, alle tonalità del ruggine, l’ocra e bordeaux – fino a colori più intensi con sfumature di grigio dell’acciaio, del cemento e dell’asfalto, ma anche un verde ibrido che ricorda l’olio motore.

La collezione Donna riprende il mood Vintage Bar, un (non) luogo d’incontro metropolitano e cosmopolita dove confluiscono diverse tendenze, stili ed influenze che arrivano da passato e presente. I capi icona del marchio vengono rivisti nei dettagli e proporzioni – con lavorazioni, materiali innovativi e linee contemporanee – propri come il chiodo MERIDA con un look nuovo nel colore, nel trattamento “usato” e nelle impunture, che vengono rese ancora più evidenti o interpretato nella  nuova versione in eco-montone con tintura irregolare, per un effetto ancora più vissuto, con collo evidente e contrasti in ecopelle.

I pant ultratight e jogging pant vengono proposti in ecopelle lavorata in mix col punto stoffa, lo stesso proposto per le rifiniture dei capi più “dressy”, dal sottocollo del blazer bicolour, al cinturino del chino con pince, fino al sottile profilo delle camicie e all’abitino realizzati in mix di jersey e tessuto. Bluse e abiti con volumi fluidi si contrappongono al mood biker, con materiali iper-femminili e un’originale stampa all-over che dona un mix & match dal sapore contemporaneo. Come per la collezione uomo anche per lei vediamo t-shirt ispirate al mondo dei social network – con temi grafici di slogan e trattamenti fotografici delle stampe – e maglieria con classiche lavorazioni nordiche che si aggiungono giochi di righe. Must have delle ultime stagioni, il parka viene proposto per i mesi più freddi con l’interno in eco-pelliccia effetto volpe, mentre il caban DELIZIA viene proposto in lapin e rinnovato nel colore e nel dettaglio del cappuccio. Sempre per la stagione più fredda vengono proposti capispalla in lana cotta, con linea quasi geometrica, e proposti per cappotti e giacconi di ispirazione biker di nuova concezione, in tinta unita o dalla fantasia maxi chevron optical. A completare la collezione – che vede una palette dei colori dalle nuance raffinate del grigio, cammello, rosso e verde militare, fino ai classici black&white – pantaloni ultratight  dalla spalmatura effetto pelle iridescente o con stampa lizard ton sur ton.

Denim è una collezione dall’immancabile attitude strong e ribelle espressa dai capi icona del marchio, reinterpretati in modo vissuto e grintoso, per uno stile biker-rock: dal giubbino Oklahoma e il 5 tasche Morrison per lui, la mini skirt e il nuovo jeans boyfriend cut Jade e l’iconico chiodo Merida per lei. Trattamenti aggressivi di carteggio e stonewash svelano la base denim, con contrasti di lucido e opaco, effetti nuvolati e particolari sfumature di colore che vanno a ricordare la carrozzeria di una vecchia moto ormai corrosa dal tempo e dall’asfalto: giallo ocra per lui e bordeaux per lei, passando anche per l’aubergine, bluette e verde army. Per lei e per lui torna la tendenza skinny: stretti dal bacino alla caviglia proposta dai modelli Sheyla, Sophie e il jegging Sumatra per lei e Sax, Albert, Anders e il jegging Jagger per lui; il carrot fit, con il bacino morbido e rilassato, con cavallo ribassato e gamba aderente per i modelli Norton Carrot, Raul e Raven per lui e nel modello boyfriend Jade per lei.

Un’ampia gamma di lavaggi e trattamenti – dal raw, al destroyed, al bleach più estremo– vanno a trasformare il colore originario del tessuto in una traccia attraverso le cuciture del capo, e vedono anche il grande ritorno del Il black e grey denim. Grande spazio viene riservato alle microfantasie – stampate o jacquard – per i modelli iconici come camicie in demin, trattate per ottenere un finish più polveroso e vissuto e per i jeans, sui quali viene applicata una tecnica di stampa metallizzata Principe di Galles e, grazie ai trattamenti di stonewash e carteggio, fanno emergere la base denim del capo. Viene lasciato spazio anche al progetto Denim Atelier, una capsule collection – nata nel laboratorio di ricerca e sviluppo dell’azienda, l’Artisanal Room, e completamente Made in Italy – dove vengono utilizzate procedure tra le più avanzate e innovative del settore e tecniche manuali che vanno ad esaltare il sapore autentico ed il look real used dei capi, curati nei piccoli particolari e con dettagli che richiamano il tricolore.

foto by comunicato stampa