Il XII Festival Pergolesi Spontini aprirà le sue porte mettendo in scena “La fuga in maschera”, l’opera di Gaspare Spontini che era stata data per dispersa. Si inizia il 31 agosto, si replica il 2 settembre e si va avanti fino al 15 settembre con altri concerti ed eventi legati al mondo del travestimento e della trasformazione.

L’opera verrà messa in scena in chiave moderna ed è una coproduzione tra la Fondazione Pergolesi Spontini e il Teatro San Carlo di Napoli, la regia dello spettacolo è stata affidata a Leo Muscato, le scene sono di Benito Leoniri e la direzione d’orchestra è del maestro Corrado Rovaris.

“La fuga in maschera” ha una storia particolare, è stata scritta nel 1799 da Spontini, è stata rappresentata durante il Carnevale del 1800 al Teatro Nuovo (NA) e poi non se ne sentì più parlare. Il manoscritto dell’opera, una commedia per musica in due atti su libretto, firmato dall’autore, andò perduto fino a quando nel 2008 fu ritrovato in occasione di un’asta.

Il Comune di Maiolati Spontini riuscì ad acquistarlo, dopo essersi assicurato sulla sua autenticità e completezza.