Cole Ledford non avrebbe forse mai immaginato che il suo messaggio potesse diventare virale, scuotendo le coscienze degli interi Stati Uniti. Eppure la sua storia, raccontata con coraggio sui social network, è già diventata il nuovo simbolo della lotta per i diritti degli omosessuali, contro le discriminazioni e le violenze di ogni sorta.

La vicenda che ha visto coinvolto il giovane studente risale a qualche giorno fa, lo scorso 6 novembre, quando Cole è stato brutalmente aggredito e picchiato da un passante. Il tutto perché, durante la tranquilla serata, si è lasciato andare a un innocente bacio in pubblico con il fidanzato Jerad Williams. Con un occhio nero e il viso pesantemente rigonfio, il ventiduenne ha però deciso di non cedere alla paura del suo aggressore e, armato di social network, ha lanciato un monito virtuale:

Mi spiace tu mi abbia chiamato f*****. Mi spiace tu mi abbia colpito senza motivo. Mi spiace per qualsiasi insicurezza tu possa avere, che non ti permette di accettare gli altri per quello che sono. Mi spiace io sia per te una minaccia. Ma non mi dispiace di essere gay. Sono orgoglioso di essere gay. Sono orgoglioso di essere sufficientemente a mio agio nell’amare chi amo e chi mi ama. Sono orgoglioso di avere amici e una famiglia che mi amano indipendentemente da questo. Onestamente, non sono dispiaciuto.

Il messaggio ha catalizzato le attenzioni della Rete, con oltre 40.000 retweet in tutto il mondo, 70.000 condivisioni e migliaia di commenti e mail di supporto. Una risposta virale che il giovane non si sarebbe mai atteso né ha cercato consapevolmente, un fatto che l’ha spronato a superare la violenza subita guardando con ottimismo al futuro. «Questo riafferma tutto quello in cui credo», sottolinea, «che tu le conosca o meno, c’è un network di milioni di persone pronte a darti supporto».

Il giovane ha denunciato l’aggressione omofoba subita agli ufficiali del campus universitario in cui risiede, anche se la probabilità di rinvenire il colpevole sono comunque molto remote. Nel frattempo Cole, il quale pare abbia già ispirato diversi adolescenti a superare la paura del coming out, è stato invitato a un’evento della Human Rights Campaign il prossimo giugno, dove interverrà in qualità di relatore.

Fonte: NY Daily News

Immagine: Cole Ledford via Twitter