Succede a Londra dove, durante il corteo per l’orgoglio omosessuale, un poliziotto esce dal cordone di sicurezza, raggiunge il suo compagno, lo abbraccia, lo bacia e poi gli fa una richiesta ben precisa: “Vuoi sposarmi?”. Una proposta di nozze fatta in pubblico, davanti a migliaia di persone, e per di più in divisa nel corso del Gay Pride che ogni anno si tiene nella capitale inglese. Entusiasta il suo fidanzato che ha risposto immediatamente di sì.

Gay Pride anche in Italia

Anche in Italia si sono tenuti diversi Gay Pride nelle principali città italiane, da Roma a Palermo, e nelle prossime settimane ne sono previsti altri. Proprio qualche giorno fa, a Siracusa, più precisamente ad Ortigia, a pochi giorni dal Gay Pride, una coppia di omosessuali sarebbe stata discriminata dal proprietario di un bar che avrebbe detto loro: “Se dovete continuare a baciarvi, fatelo dentro”. “La gente non capisce la diversità” avrebbe aggiunto un cameriere dello stesso locale.

Coppie gay, la legge sulle unioni civili

In Italia è stata approvata la legge sulle unioni civili che ha diviso politica e cittadini. Alla fine, però, alle coppie omosessuali sono stati riconosciuti gli stessi diritti delle coppie etero. Il Premier Matteo Renzi, infatti, ha più volte ribadito di “non aver giurato sul Vangelo” bensì sulla Costituzione.