“Scopriamoci – Corpi senza confini” è il titolo del Gay Pride 2017 che si terrà a Roma il 10 giugno e che porterà per le strade della città migliaia di attivisti e simpatizzanti del movimento per i diritti omosessuali.

La manifestazione dell’orgoglio LGBT è stata definita dal comitato organizzatore come “una manifestazione gioiosa, colorata e pacifica che da oltre venti anni porta al centro dell’agenda politica i valori di democrazia, laicità, diritti, parità, salute e libertà e che ha contribuito a cambiare radicalmente la cultura e la società del nostro Paese”.

La partenza del grande corteo è prevista per le 16, con primo raduno alle 15 in Piazza della Repubblica: la messe di manifestanti, accompagnata dai 16 carri, si sposterà verso il centro di Roma passando da Piazza dei Cinquecento, via Cavour, Piazza dell’Esquilino, via Liberiana, Piazza Santa Maria Maggiore, via Merulana, via Labicana, Piazza del Colosseo, largo Corrado Ricci, per infine arrivare ai Fori Imperiali intorno alle 19.30, e più precisamente concludersi a Piazza della Madonna di Loreto, con termine ultimo fissato alle 20.30.

Ma quest’anno la manifestazione prevederà altri eventi accessori, come la Gay Croisette, rassegna culturale  in strada che nella giornata di sabato prevede musica, dibattiti e spettacoli dalle 17.30 fino a mezzanotte nella cosiddetta Gay Street (via San Giovanni in Laterano).

Inoltre presso il Gay Village del Parco del Ninfeo all’Eur si terrà la festa Adoro organizzata da Muccassassina. Mario Colamarino, presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, che gestisce il coordinamento tecnico della manifestazione, ha dichiarato che il Gay Pride 2017 di Roma “sarà una grande giornata di festa e di liberazione dove ognuno potrà essere se stesso”.