Ciao vuoi scrivere sul nostro blog? In cambio dei tuoi articoli promettiamo una gran visibilità, per il momento non c’è retribuzione”. Ancora: “Cerchiamo Fashion Stylist. Accettiamo sia fashion stylist con poco esperienza ma con già un buon portfolio ma anche stylist con già esperienza. I primi shooting non avranno un compenso effettivo ma serviranno solo ad una reciproca conoscenza”.

Sono decine e decine gli annunci che si leggono in questo periodo storico dove si chiede di lavorare “gratis”. Il tuo lavoro in cambio di crescita personale, visibilità, o ancora stage non retribuito… Ma a fine mese come si arriva? Sono migliaia i giovani che devono rinunciare alla propria passione: la crisi che avanza è solo uno delle giustificazioni. Mi sono domandata: ma non c’è anche chi, in un periodo storico come questo, ci marcia? Una volta erano i 19enni, coloro che uscivano dalle scuole superiori, che venivano messi alla prova nel mondo del lavoro in maniera gratuita perché “inesperti”, e quindi dovevano ancora maturare.

Ora a lavorare gratuitamente, perché spinti della passione e dalle promesse di un futuro più roseo, sono i trentenni. Una generazione che è definita “choosy”, “mammona”, una generazione che pare “non voglia prendersi troppe responsabilità”. Ancora ho sentito chi dice che “Non hanno voglia di mettersi in gioco, vogliono tutto e subito”. Eppure dove mi giro, mi giro, sento ragazzi che sono disposti a tutto pur di trovare un lavoro. Quando parliamo di lavoro, parliamo anche di dignità. Possiamo considerare serio far lavorare un giovane per qualche euro l’ora con contratti rinnovati di tre mesi in tre mesi?

Purtroppo il mondo del lavoro dà uno schiaffo morale anche agli ultracinquantenni: a molti di loro le porte sono sbattute in faccia in quanto “troppo vecchi per il mercato attuale”. Eppure hanno l’esperienza, la saggezza, la voglia di mettersi in gioco: dovrebbero addirittura essere preferiti ai giovani inesperti. Si moltiplicano gli annunci, le richieste di lavoro e ormai trovarne uno è una caccia al tesoro. Ci dicono di continuare a sognare, di mettercela tutta per andare avanti e raggiungere i nostri obiettivi: tutto sacrosanto. Un unico appello: non toglieteci, almeno, la dignità.

Leggete anche:
e-Commerce: una realtà che conosce poco la crisi
.

Moda e web, fashion blogger o modelle di internet?

Belen Rodriguez e compagnia bella: quando la testimonial ruba la scena al brand.

(Seguite Elisa anche sul suo sito ufficiale: Elisadospina.com!)

photo credit: Ms. Phoenix via photopin cc