Tragedia a Casella, nell’entroterra di Genova, dove è divampato un incendio all’interno di un appartamento al secondo piano nel quale si trovavano una coppia di genitori ed un figlio di otto anni che è stato lanciato dalla finestra nel tentativo disperato di salvarlo. Il bimbo, così come il padre che si è gettato a sua volta nel vuoto, è in condizioni gravi mentre la madre sta meglio visto che il suo corpo è finito fortunatamente sulle corde da stendere. “Correte, qui brucia tutto”, questa l’ultima telefonata della donna ai vigili del fuoco che, giunti sul posto, hanno rischiato di essere travolti dal crollo dell’edificio di due piani col bar al pianterreno. Si è sfiorata la strage.

Incendio in casa, l’edificio è crollato

I vigili del fuoco sono riusciti a salvarsi dal crollo dell’edificio di due piani solo scappando via poco prima del cedimento della struttura. Tre le squadre dei pompieri che si trovano ancora sul luogo dell’incendio.

Incendio in casa, vigili del fuoco hanno rischiato la vita

Restano da chiarire le dinamiche dell’incendio divampato in casa. Nel rogo, tra l’altro, sono rimaste coinvolte anche altre persone: fortunatamente un altro inquilino, che risiedeva al primo piano, non si trovava in casa, stando alle ultime informazioni trapelate.