“Servono scelte coerenti e chiare per decidere di passare dal trasporto su gomma a quello su rotaia. In Italia lo si dice ma ora bisogna farlo davvero, dalla Svizzera abbiamo da imparare”.

Parole chiare e decisa quelle del sindaco di Genova Marco Doria pronunciate in occasione del convegno dedicato al collegamento Genova-Rotterdam e promosso dall’Ambasciata Svizzera a Genova.

Proprio in questi giorni infatti, come annunciato dallo stesso ambasciatore svizzero in Italia, Bernardino Regazzoni, si sta definendo una strumento ‘intergovernativo’ che si occuperà del Corridoio 24 ‘Genova-Rotterdam’ e di conseguenza del traforo del Gottardo che dovrebbe essere già pronto nel 2016, invece che nel 2017 come previsto.

A tal proposito, Doria ribadisce l’importanza del Terzo Valico che è da considerarsi un’opra necessaria che, però, deve essere ‘sostenibile’ infatti, sostiene ‘non è scontato che alla declamazione della loro necessità seguano i fatti’.