Con 371 voti a favore e 39 contrari la Camera ha concesso l’autorizzazione all’arresto del deputato del Pd Francantonio Genovese. Il voto di autorizzazione si è reso necessario in seguito alla richiesta, da parte della magistratura, della misura cautelare per Genovese, accusato di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio, al peculato e di truffa nell’ambito di un’inchiesta sui finanziamenti alla formazione professionale.

Fra i 39 contrari all’arresto, 6 deputati del Partito Democratico (Maria Amato, Giuseppe Fioroni, Tommaso Ginoble, Gero Grassi, Maria Gaetana Greco e Maria Tindara Gullo) e l’intero gruppo di Forza Italia presente in Aula. Silvio Berlusconi ha commentato così il voto contrario del suo partito: “Noi siamo garantisti sempre e comunque“. Di diverso avviso il Premier Matteo Renzi che su Twitter scrive: “Il Partito democratico crede che la legge sia uguale per tutti. E la applica, sempre. Anche quando si tratta dei propri deputati. A viso aperto“.

Genovese, nel frattempo, si è costituito nel carcere di Gazzi a Messina, dopo essere passato a casa per salutare i suoi familiari.