Paolo Gentiloni ha già giurato per rivestire il suo nuovo ruolo di Ministro degli Esteri e della cooperazione internazionale all’interno del governo Renzi e nella giornata odierna è arrivato alla Farnesina, sede del Ministero, dove ha preso il cambio di consegne dal suo predecessore, Federica Mogherini. La Mogherini ha dovuto rinunciare alla carica dopo essere stata eletta Alta rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

Una nomina a sorpresa quella di Gentiloni – erano altri i nomi in circolazione e sembrava che la corsa si fosse ormai ridotta a Marina Sereni e Lapo Pistelli. Romano, classe 1954, Gentiloni è attualmente  membro del Partito Democratico (di cui è stato anche promotore nazionale; in passato ha invece fatto parte de La Margherita) e deputato della Repubblica dal 2001, mentre dal maggio 2006 al maggio 2008 ha ricoperto la carica di Ministro delle Comunicazioni per il secondo governo Prodi.

Nel 2012 ha partecipato anche alle primarie del Pd per il nuovo sindaco di Roma ma è arrivato terzo – superato da Ignazio Marino, attuale primo cittadino della Capitale, e da David Sassoli.

Prima di essere eletto Ministro degli Esteri, era membro della III Commissione (Affari esteri e Comunitari) e del Comitato permanente Africa e questioni globali. Infine, segnaliamo che Gentiloni è Presidente della sezione Italia-Stati Uniti dell’Unione Interparlamentare.


photo credit: Alessio Jacona via photopin cc