Sono sempre più insistenti le voci che vorrebbero George Clooney come prossimo candidato del Partito Democratico alla guida dello stato della California.

L’impegno sociale e politico della star americana avrebbero spinto il partito del presidente Barack Obama a sceglierlo come loro candidato per la campagna elettorale del 2018. Se eletto, George sarebbe il terzo governatore-ex attore della California dopo Reagan, poi indimenticato presidente, e Schwarzenegger.

Lo scoop è di ‘Life & Style magazine’ che ha anche detto che il prossimo matrimonio con l’avvocatessa per i diritti umani Amal Alamuddin, difense Julian Assange, sarebbe un fattore molto importante per la prossima “discesa in campo” dell’attore da sempre definito “Scapolo d’oro” di Hollywood, che si Clooney ha scritto, “Le ha tutte è una stella del cinema affascinante con una coscienza sociale che ha usato la propria fama per cause umanitarie. I democratici sono entusiasti che George stia per sposarsi, perché ritengono che un George sposato venga preso molto più seriamente di un George perennemente scapolo“.