[AGGIORNAMENTO ore 12.00]: le operazioni di ricerca nella stazione di Rastatt sono terminate. Nessun ordigno è stato trovato dalle forze dell’ordine, che continuano a tenere sotto controllo la situazione.

Rimane ancora alta la tensione in Germania, dove nella mattinata di oggi è scattato un nuovo allarme bomba: questa volta il possibile obiettivo è la stazione ferroviaria della città di Rastatt, 47.000 abitanti, sita nella zona sud-ovest del Paese.

Le autorità hanno infatti dato avvio alle operazioni di evacuazione, e la stazione è stata completamente isolata, negando l’accesso al pubblico.

A scatenare l’allarme la minaccia di una bomba nascosta nella struttura. Lo riferisce la versione online della Bild, che cita il portavoce della polizia di Offenburg. Il traffico ferroviario è stato interrotto ed è stata disposta anche l’evacuazione della piazza antistante la stazione.

Al momento le operazioni di ricerca non hanno però portato a risultati apprezzabili, nonostante l’arrivo sul posto di cani poliziotto anti esplosivo e di una squadra di artificieri.

La stazione di Rastatt, nello stato del Baden-Wurttemberg, è uno dei punti di interscambio per il servizio di trasporto ad alta velocità Intercity Express, che collega tutta la Germania.

L’allarme rimane molto alto dopo l’arresto del 22enne rifugiato siriano Jaber al-Bakr, nel cui appartamento erano stati ritrovati svariati grammi di esplosivo. Si pensa che il ragazzo possa essere affiliato allo Stato Islamico e che stesse pianificando un attentato in un aeroporto del Paese.