L’unica certezza sul volo Germanwings terminato tragicamente con lo schianto sopra i 1.500 metri di quota, sul massiccio delle Trois Evechés, fra Barcelonette e Dignes, nelle Alpi francesi, e che non si è salvato nessuno. L’aereo si sarebbe schiantato contro la montagna ad una velocità compresa tra i 600 ed i 700 chilometri orari.

A far luce su quanto è avvenuto potrebbe contribuire una delle scatole nere – quella che registra la voce dei piloti – che anche se danneggiata potrebbe “fornire informazioni utili” – sono le parole del ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve. L’Ufficio analisi e inchieste sugli incidenti aerei (Bea) ha indetto una conferenza stampa a Parigi per oggi alle 16, ma è difficile che possa già dare delle risposte decisive.

Per ora i dati che sono a disposizione degli esperti indicano che dopo le 10.31 mistero, l’aereo è sceso di quota di un chilometro al minuto, una discesa veloce, ma controllata che sembra indicare che l’aereo procedeva con il pilota automatico. L’unica spiegazione che si può dare ad una simile azione è la perdita di pressurizzazione. Non si capisce però perché dall’aereo nessuno abbia provveduto a comunicazione questo inconveniente a terra.

Come spiegare questo passaggio? Gli esperti escludono l’ipotesi di un attentato con esplosione, ma non possono allo stesso modo affermare che non ci sia stata una “presenza illecita” a bordo. Questo passaggio spiegherebbe sia la mancanza di comunicazione dei piloti, sia il mancato ricorso al codice d’emergenza (7077) che in queste situazioni si invia a terra tramite trasponder.

Lo schianto fa emergere il peso del fato. I 16 ragazzi tedeschi morti nell’incidente stavano per perdere il volo perché una delle studentesse aveva dimenticato il suo documento a casa gli amici catalani hanno fatto una corsa in aeroporto. E’ andata bene invece alla squadra svedese del Dalkurd Borlange. All’ultimo momento hanno deciso di cambiare volo per evitare di restare a terra troppo tra un volo e un altro.

Oggi sono riprese le operazioni di recupero. Dureranno a lungo visto che nel luogo dello schianto si può arrivare solo a piedi o in elicottero.