Filippo Russotto, ex convivente di Gessica Lattuca, la ragazza sparita nel nulla lo scorso 12 agosto, è stato iscritto nel registro degli indagati. L’uomo si è sempre detto sereno ed estraneo ai fatti: fin dal primo momento ha lanciato appelli su Facebook e in tv per ritrovare la giovane mamma di quattro figli (tre dei quali avuti proprio con lui, ndr).

Non è ancora chiara la dinamica dei fatti, nessuno sa cosa possa essere successo a Gessica che quel 12 agosto è uscita di casa per raggiungere il fratello. Poi di lei si sono perse le tracce: nessun avvistamento, nessuna segnalazione. Nel suo paese, a Favara, nell’Agrigentino, nessuno sembra aver visto qualcosa. Le telecamere non hanno ripreso nulla, gli inquirenti finora non hanno trovato prove schiaccianti.

Intanto i sommozzatori hanno cercato il corpo di Gessica Lattuca in un pozzo artesiano non trovando nulla mentre i Ris di Messina hanno lasciato Favara per cominciare gli accertamenti tecnici su quanto rilevato e sequestrato soprattutto nelle abitazioni di Filippo Russotto – ex convivente della giovane, adesso iscritto nel registro degli indagati – a partire da quella in centro per poi proseguire con l’appezzamento di terreno di contrada Malvizzo e con quello di contrada Fontana.

Gessica potrebbe essere stata sequestrata o, nella peggiore delle ipotesi, uccisa.