Un uomo di 38 anni ha gettato la compagna dal quarto piano di uno stabile, al culmine dell’ennesimo litigio avvenuto con lei. La coppia si trovava all’interno di un albergo romano e la donna avrebbe evitato l’impatto col suolo e la morte quasi certa grazie al fatto che è atterrata su un cornicione del terzo piano. Nonostante ora sia ricoverata in ospedale e lei sue condizioni siano serie, la donna di 34 anni e di origine rumena non sarebbe in pericolo di vita.

Da quanto la vittima ha poi dichiarato alle forze dell’ordine intervenute in suo soccorso, non si trattava della prima volta che l’uomo le rivolgeva atti di violenza. Anzi, la donna sarebbe stata vittima delle violenze più varie. La trentaquattrenne avrebbe raccontato anche un episodio nel quale sarebbe stata condotta con la forza in un capanno per poi essere legata ad una sedia e costretta a subire ogni tipo di sevizia per ore.

Le forze dell’ordine hanno già avviato un’indagine e hanno arrestato l’uomo, ritrovato all’interno di un centro allestito dalla Caritas. Il trentottenne avrebbe alle spalle diversi precedenti penali ed è risultato essere senza fissa dimora. Durante la perquisizione, la polizia avrebbe trovato un coltello a serramanico e uno zaino con tutti i suoi effetti personali, particolare, quest’ultimo, che avrebbe fatto pensare ad un piano di allontanamento.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e di maltrattamenti in ambito familiare.