Si infittisce sempre di più il giallo della fonderia di Marcheno, piccolo comune nella provincia di Brescia. Mentre l’imprenditore proprietario dell’azienda, Mario Bozzoli, continua a risultare scomparso, il ritrovamento del cadavere dell’operaio della ditta Giuseppe Ghirardini non fa che aumentare gli interrogativi sulla vicenda.

Dopo quattro giorni senza sue notizie, è stato trovato il corpo senza vita di Giuseppe Ghirardini, che era impiegato come operaio nella fonderia. Anche se al momento le circostanze della sua morte sono ancora da chiarire, il procuratore generale di Brescia Luigi Maria Dell’Osso che si sta occupando delle indagini spera che possa aiutare a risolvere il mistero.

Riguardo al caso, Dell’Osso ha infatti dichiarato che il ritrovamento del cadavere: “Potrebbe però renderlo meno complesso e incomprensibile”. Per saperne di più bisognerà comunque attendere l’esito dell’autopsia. Attualmente invece non si hanno ancora notizie di Mario Bozzoli, il titolare della fonderia di cui si sono perse le tracce a partire dalla serata dello scorso 8 ottobre.

Secondo gli investigatori la morte di Giuseppe Ghirardini è senza dubbio legata alla sparizione di Bozzoli. A esserne convinta è anche la legale della famiglia di quest’ultimo, Patrizia Scalvi, che pensa: “che tutto nasca dalla fonderia e che qualcuno ha certamente visto o sentito o fatto qualcosa”.

A proposito dell’operaio della fonderia trovato morto, l’avvocato della famiglia Bozzoli ha dichiarato: “Con Bozzoli c’era un buon rapporto, Mario non aveva mai alzato la voce con lui, lo considerava solo un po’ pasticcione“.

Il cugino della vittima ha invece detto: “Se qualcuno pensa che abbia fatto sparire Bozzoli gettandolo nel forno si sbaglia, lui era una brava persona e un gran lavoratore.” Mentre un altro parente di Ghirardini ha aggiunto: “Beppe viveva di fonderia, caccia e di qualche telefonata al suo bambino che è da tempo in Brasile con l’ex”.

Qualche indizio riguardo alla sua morte potrebbe arrivare dalla rete. La mattina in cui è scomparso, Giuseppe Ghirardini ha scritto su Facebook due post, uno in cui diceva: “Guardati bene le spalle sempre… Pugnalate arrivano da chi meno te lo aspetti”. Nell’altro invece scriveva: “Madonnina proteggici, aiutaci nelle difficoltà”. Parole che comunque non riescono a offrire chiarimenti nel giallo della fonderia, ma solo ulteriori punti di domanda.