UPDATE 08/08/2016 – non si sarebbe trattato né di coma etilico né di aggressione. Il ragazzo di sedici anni trovato privo di sensi all’interno di un villaggio turistico di Ostuni sarebbe stato investito da un automobilista che adesso sarebbe stato rintracciato. Due le persone che sarebbero state accusato di quanto avvenuto: i reati di cui potrebbero rispondere sono omissione di soccorso e lesioni gravi.

È giallo in un villaggio turistico di Ostuni, in provincia di Brindisi, dove un ragazzo romano di sedici anni è stato ritrovato privo di sensi durante la scorsa notte. Il giovane, molto probabilmente, è stato colto da coma etilico dopo aver partecipato ad una festa con gli amici per salutare la fine delle sue vacanze ma sarà lui, una volta che si risveglierà, a raccontare cosa possa essere accaduto davvero.

Dai primi accertamenti sembra il sedicenne non presentasse ecchimosi né sul volto né sulla parte anteriore del corpo ma soltanto sulla nuca e sul dorso, forse dovuti alla caduta al momento della perdita dei sensi. Gli inquirenti avrebbero infatti escluso che il giovane possa avere in qualche modo subito un’aggressione.

Da quello che avrebbe riferito la famiglia, il giovane si era allontanato da diverse ore per prendere parte ad una festa con gli amici (che gli inquirenti starebbero adesso cercando di rintracciare). Successivamente sarebbe stato ritrovato da un gruppo di turisti presenti all’interno del villaggio vacanze, che sono stati anche i primi a dare l’allarme e a permettere così di far giungere i soccorsi. Saranno gli inquirenti stessi a capire se il giovane è stato vittima di una sua ragazzata oppure se sotto possa esserci dell’altro.