Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, è molto attivo sulla rete: blog personale profilo Facebook e profilo Twitter; un sindaco 2.0, come ama definirsi. Ma proprio sul social network del cinguettio sono nate diverse frizioni tra il primo cittadino della Capitale e alcuni blog. Al punto che da qualche tempo ha cominciato a “bannare” (bloccare) dal proprio profilo gli account di chi inviava proteste contro di lui. Quindi i rappresentanti di alcuni blog attivi nella denuncia delle bruttezze romane (“Romafaschifo”, “Malaroma”, “Cartellopoli”, “Noioroma”, “Degradoesquilino”) hanno deciso di esprimere una protesta molto originale. Due dei loro esponenti hanno consegnato al sindaco una enorme calamita in cui è raffigurato Larry, il simbolo di Twitter, con una benda nera sul becco e la scritta “AleBanno 0.2″.

I rappresentanti dei blog hanno diffuso una nota congiunta, in cui affermano: “Strano come un Sindaco che ama definirsi 2.0, aperto al web e fruitore del social network banni così tanti cittadini e tutti quei blog che in maniera disinteressata fanno segnalazioni e vogliono solo il bene della città. Nessuno di noi ha mai usato toni irriguardosi, violenti, offensivi o maleducati nei confronti del sindaco. Noi vogliamo il confronto e ci ritroviamo bannati come se fossimo dei molestatori inopportuni”.

“Messaggio ricevuto” – ha risposto Alemanno, ridendo mentre gli consegnavano la calamitona.