È una storia bellissima quella che viene da Treviso, così come riportata dal Corriere.it, secondo cui i giocatori del Benetton si sono muniti di rasoi e asciugamani e, al termine dell’allenamento, si sono rasati a zero trasformando lo spogliatoio in un salone da barbiere. Il motivo? Un gesto di solidarietà nei confronti del compagno di squadra Nasi Manu che, proprio in queste settimane, si sta sottoponendo a un ciclo di chemioterapia. A raccontarlo è Alberto De Marchi:

È un’idea nata spontaneamente quando siamo venuti a conoscenza della malattia di Nasi. Sapevamo che ci sarebbe stato un momento in cui la chemio sarebbe stata più dura da affrontare e così abbiamo deciso di tagliarci tutti i capelli per fagli capire che gli siamo tutti molto vicini.

In occasione della gara di Challenge Cup contro gli inglesi degli Harlequins, i giocatori del Benetton avranno lo stesso look:

Sarà una sorpresa per Nasi preceduta dalla pubblicazione di un video che abbiamo girato proprie in questi ultimi giorni e che metteremo online.

“Avevamo progettato di tagliarci i capelli da subito, poi purtroppo la squadra è stata divisa chi in Nazionale e chi in Sudafrica per la doppia sfida contro Cheetas e Kings. E la lontananza non ci ha aiutato a coordinare il tutto, così abbiamo deciso di rinviare la tagliata al rientro e così è stato” ha spiegato De Marchi.

Ha aderito tutto lo staff biancoverde; a Monigo saranno tutti rasati a zero:

Non vogliamo sembrare banali ma è chiaro che se riuscissimo a vincere questa gara tanto importante nel nostro programma stagionale, sarebbe tutto perfetto perché potremmo dedicare il successo a Nasi e alla sua famiglia.