Oggi, 25 giugno, si celebra la Giornata del marittimo (Day of the Seafarer), ricorrenza promossa a livello mondiale dall’International Maritime Organization (IMO) e dal 2010 inclusa nella lista annuale delle giornate internazionali delle Nazioni Unite. In questa data si ricorda la revisione apportata alla convenzione STCW da parte della Conferenza diplomatica riunitasi a Manila nel 2010 e si riconosce l’enorme contributo reso dai lavoratori marittimi al commercio internazionale, all’economia mondiale e alla società civile nel suo insieme.

Gli obiettivi della campagna sono:

• aumentare la consapevolezza globale dei servizi indispensabili resi dai lavoratori del mare;

• inviare un chiaro messaggio di riconoscimento e apprezzamento verso tali vostri servizi; esprimendo al contempo comprensione e solidarietà per le particolari condizioni e circostanze cui sono in grado di adattarsi i lavoratori del mare e la conseguente presa di coscienza dell’importanza di norme e convenzioni internazionali che rendano il più sicura possibile la loro professione;

• raddoppiare gli sforzi a livello normativo per creare un mondo migliore e più sicuro

Dal 2011, la celebrazione si traduce in una grande campagna online, in cui IMO chiede a tutti di esprimere il proprio sostegno alla gente di mare utilizzando i social network. Il Giorno del marittimo, si chiede alle persone di tutto il mondo per dire “Grazie marittimi” su Facebook, via tweet, pubblicando un video su YouTube, discutendo su LinkedIn, o  scrivendo un blog di ispirazione.

Generando interazione sul web, si intende mostrare rispetto, riconoscimento e gratitudine per quei 1,5 milioni di lavoratori marittimi nel mondo. La sensibilizzazione universale suscitata tramite i social media aumenterà la consapevolezza del ruolo fondamentale che questi rivestono per l’economia mondiale e, per molti aspetti, lo sviluppo sostenibile, permettendo alle navi di trasportare oltre il 90% delle merci in modo sicuro, efficiente e con un impatto minimo sull’ambiente; ma è questo il giorno per riflettere anche sui pericoli da essi affrontati, come la moderna pirateria e dire loro “Grazie”.

I marittimi sono le persone senza le quali cibo, vestiti, regali, gadget  e ogni risorsa indispensabile non raggiungerebbe le nostre case. Contiamo su di loro ogni giorno. Per la campagna di quest’anno, siamo quindi invitati a completare la frase La gente di mare mi ha portato ………..” con una parola che indica un oggetto o una qualsiasi risorsa di cui non disporremmo senza il loro fondamentale contributo, integrando la nostra riflessione con una una foto, video e /o messaggio scritto postato  sui i social media con l’hashtag #thankyouseafarers