Oggi, sabato 5 aprile 2014, le città di tutto il mondo si faranno palcoscenico di massicce battaglie a suon di  cuscino: dal 2010 il primo sabato del mese è infatti stato dichiarato Giornata mondiale della lotta coi cuscini (Pillow Fight Day).

Una battaglia giocosa, divertente, una vera terapia antistress, che lascia sul campo di battaglia solo tante piume. Partecipare all’iniziativa è molto semplice: ci si incontra in un punto prestabilito e al gong di partenza tutti i partecipanti si scontrano utilizzando una sola arma di tortura, il cuscino! Ma attenzione! Esistono delle regole:

  1. Attendere in fischio d’inizio
  2. Non colpire persone “disarmate”
  3. Non colpire chi ha in mano videocamera o macchina fotografica
  4. Togliere gli occhiali prima che abbia inizio il combattimento
  5. Sii cool, indossare il pigiama è altamente raccomandato
  6. Pulire (portare sacchetti in caso di piume da raccogliere)

Un ottimo modo per sottrarsi all’alienazione cui ci costringe la frenesia de quotidiano, sostengono gli organizzatori, per riappropriarsi degli spazi pubblici delle città e combattere lo stress. Una pratica tanto salutare da divenire un vero e proprio sport, almeno per il Giappone, dove lo scorso 28 febbraio ha aperto la prima associazione di combattimento con i cuscini.

Una moda che spopola però ovunque. Hong Kong, Amsterdam, New York, Barcellona, Londra, Valencia, Zurigo e Parigi sono infatti solo alcune delle città che parteciperanno alla giornata, che grazie alle numerose iniziative proposte avrà luogo praticamente ovunque, toccando naturalmente anche alcune città italiane.

L’appuntamento è sabato 5 aprile a Bergamo, in Piazza Dante alle ore 15:00 e sabato 12 aprile alle ore 14:30 a Milano, in Piazza Sempione 1 (Arco della Pace). Che altro aggiungere? Mi raccomando, il buon senso prima di tutto e… Buona cuscinata!