Il 22 marzo è la giornata mondiale dell’acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992. Da allora per questa data l’ONU invita a ricordare il tema dell’acqua anche attraverso eventi concreti. Quest’anno la scadenza si presenta come maggiormente significativa perché il 2013 è stato proclamato anno internazionale sulla cooperazione idrica. L’UNESCO è stato invitato dunque a guidare le iniziative, proprio per il suo approccio multidisciplinare che unisce scienze naturali e sociali, istruzione, cultura e comunicazione che ben si coniuga con la natura intrinseca dell’acqua, risorsa universale che ha molteplici aspetti: culturali, educativi, scientifici, religiosi, etici, sociali, politici, giuridici, istituzionali ed economici. L’obiettivo del 2013 è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di una maggiore cooperazione per affrontare le sfide che pone la gestione delle acque soprattutto per la crescita della domanda di accesso e il problema degli sprechi. Il progetto intende mettere in evidenza le iniziative di cooperazione di successo, ma anche tutte le problematiche legate all’uso sostenibile delle risorsa e ai conflitti per il suo possesso e uso.

Sono previste in tutto il mondo diverse attività, iniziative ed eventi. Ecco quindi cosa ci propongono le principali città italiane:

A Firenze la rete fiorentina per l’Educazione ambientale ha proposto a tutte le scuole, per celebrare la Giornata Mondiale dell’Acqua, l’organizzazione di un flash mob virtuale. Le classi che partecipano mettono in atto, nell’anniversario della festa mondiale dell’acqua, azioni legate all’importanza della risorsa idrica, alla sua salvaguardia, al suo uso corretto e al diritto all’acqua per tutti. Il 22 marzo a partire dalle ore 10 la documentazione fotografica delle azioni svolte viene pubblicata in rete, in contemporanea.

Nell’ambito delle manifestazioni per la Giornata Mondiale dell’Acqua 2013, il CIHEAM-Bari organizza il 22 marzo, alle ore 11.00, un convegno su Water Cooperation. Il meeting ha lo scopo di far conoscere tematiche riguardanti l’uso dell’acqua in agricoltura e la cooperazione internazionale nel settore della gestione delle risorse idriche non convenzionali nel Mediterraneo.

A Roma lʹAccademia Nazionale dei Lincei, che dal 2001 celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, nellʹanno 2013, in occasione della XIII edizione, ha scelto invece di dedicare la giornata al tema “Calamità idrogeologiche: aspetti economiciʺ. L’appuntamento è per venerdì 22 marzo Palazzina dell’Auditorio

A Pavia per celebrare la Giornata Mondiale dell’Acqua il C.R.E.A. dell’Assessorato Istruzione ed Ecologia ha organizzato diversi appuntamenti per la cittadinanza e per le scuole: presso la sede di via Case Basse Torretta, alle ore 21, incontro pubblico a cura di Sara Marazzini di ACRA-CCS con le proiezioni “L’acqua che non c’è” documentario di Alessandra Speciale (2001, docufiction, 48) e “ACRA per il diritto all’acqua in Senegal” cortometraggio del 2012. Verrà inoltre presentato lo stato di avanzamento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio legati all’acqua e delle esperienze di ACRA-CCS nella cooperazione internazionale: costruzione di infrastrutture idriche, formazione su manutenzione e gestione di acquedotti comunitari, accesso ai servizi igienici, educazione all’igiene e all’uso responsabile della risorsa, protezione delle fonti.

A Bologna l’Associazione Vitruvio organizza sabato 23 e domenica 24 marzo tante iniziative! Sabato: MUSEO DEL PATRIMONIO INDUSTRIALE: visita guidata per famiglie “L’antica Bologna dell’acqua e della seta”, affascinante percorso per scoprire – attraverso plastici, modelli funzionanti, filmati ed exhibit – la storia della città tra XV e XVIII secolo, quando l’acqua costituiva un elemento dominante del paesaggio urbano e la città si affermava in Europa con la produzione di filati e veli di seta.

AL SOSTEGNO DEL BATTIFERRO: Apertura dell’Isola del Battiferro. Dalle ore 16.00 sarà possibile visitare la mostra “Aqvarcana” del fotografo Filippo Lenzi e ammirare le sculture acquatiche dell’artista Michelangelo Barbieri. Accaparlante e Centro Documentazione Handicap presentano inoltre il libro L’uomo d’acqua e la sua fontana: una presentazione illustrata. Un rubinetto che perde. Una goccia dopo l’altra, finché nasce un uomo cristallino. Patrizia Passini, animatrice del Progetto Calamaio, ci accompagnerà in questo breve viaggio insieme all’uomo d’acqua. Una lettura animata e un po’ “bagnata” che entusiasmerà grandi e piccini sull’Isola del Sostegno del Battiferro. Infine Vitruvio, il Consorzio della Bonifica Renana e Unicef Bologna presentano “Racconti di ponti e storielle d’ombrelli”: spettacolo teatrale gratuito di e con Lorenzo Bonazzi. La storia delle opere di bonifica della nostra regione è raccontata dal bizzarro custode del Museo dell’acqua e della bonifica. Aneddoti, curiosità e notizie storiche offrono spunti di riflessione per conoscere come sia iniziata l’opera di bonifica delle nostre terre e quanto oggi sia importante continuare a salvaguardare il rapporto delicato e complesso tra acqua e territorio. – Ingresso gratuito

SUL FIUME RENO: Urban Rafting Reno, avventura a chilometri 0, navigando in gommone sul fiume Reno. Un suggestivo percorso di conoscenza: verrà esplorato il tratto cittadino del corso d’acqua, con l’obiettivo di renderlo vivo e accessibile a tutti. Il ritorno al punto di partenza viene effettuato a piedi con una guida naturalistica, che racconta le caratteristiche ambientali della zona. – info@vitruvio.emr.it

Domenica: Vitruvio e Unicef Bologna presentano Bologna SottoSopra: caccia al tesoro pensata per coinvolgere partecipanti di diverse età. Le squadre si alterneranno in prove di abilità, creatività, conoscenza di Bologna e della sua storia, nonché in gare di orientamento. E’ una caccia al tesoro che mostra angoli, scorci e storie di Bologna poco conosciuti, seguendo le tracce dell’acqua, un bene prezioso che nei secoli è stato protagonista in città di aneddoti e “rivoluzioni” importanti.

I SOTTERRANEI DELLA BIBLIOTECA: visita guidata agli scavi sotterranei della Biblioteca Sala Borsa. Le stratificazioni conservate sotto il pavimento di cristallo della sala coperta, offriranno interessanti spunti per parlare dell’evoluzione della città dall’epoca villanoviana fino agli insediamenti romani. – Posti limitati, prenotazione obbligatoria. Info e prenotazioni: Vitruvio, tel. 051 0474235 – info@vitruvio.emr.it

ESCURSIONE FUORIPORTA: PIANORO, gli Anfiteatri di Arenaria: un percorso-avventura pieno di sorprese nella risalita di un rio scavato nelle pareti di arenaria fra bosco, saltelli d’acqua e anfiteatri di roccia nella zona di Pianoro Vecchio.