Ollie Forsyth, un ragazzo dislessico del Northamptonshire, ce l’ha messa tutta ed è riuscito a prendersi la sua rivincita personale. Ha soli diciassette anni ma è già un imprenditore di successo, in barba agli atti di bullismo che ha dovuto sopportare durante tutta la sua infanzia.

Il ragazzo stesso ha raccontato com’è stato difficile convivere con quei compagni di scuola che lo hanno deriso per la sua malattia, lasciandolo in preda alla solitudine e alla disperazione:

“Da piccolo sono andato in una scuola speciale che mi ha aiutato ad affrontare la mia dislessia, ed è stato fantastico. Poi, però, mi sono trasferito in una scuola nel Dorset dove ho vissuto i tre peggiori anni della mia vita: ero costantemente vittima di bullismo e cyberbullismo. Non parlavo a nessuno dei miei problemi, avrei voluto morire“.

Fortunatamente il giovane Ollie ha, poi, trovato sostegno in un consigliere della scuola che gli ha aperto gli occhi spronandolo a seguire i suoi sogni:

“Alla fine ho trovato il coraggio per parlare con il consigliere americano della mia scuola che mi capì, mi dette fiducia e alla fine mi disse: ‘Un giorno, amico mio, tu diventerai milionario‘. Per me fu un’iniezione di fiducia che mi ha dato la spinta verso il successo. Mi sono detto: ‘Sì, voglio diventare un milionario, e un giorno quei bulli lavoreranno per me‘ “.

Mai visione fu più azzeccata. Il ragazzo ha, infatti, affrontato il suo problema tenendo sempre come punto di riferimento il suo idolo, Sir Richard Branson, capo della “Virgin” e dislessico come lui. Seguendo il suo esempio, a soli tredici anni il piccolo Ollie ha avviato sul web “Ollie’s Shop“, la sua prima attività di commercio online che da un fatturato di 18mila euro all’anno è arrivato a raggiungerne ben 40mila. Ad oggi quegli stessi ragazzi che lo deridevano si ritrovano, così, a chiedere aiuto e un posto di lavoro proprio al piccolo imprenditore che, con orgoglio, raccoglie successi su successi. Ormai è cercato da aziende di varie parti del mondo ma Ollie continua per la sua strada ed è già pronto a lanciare la sua agenzia creativa digitale, la UNBXD, che ha già più di 40 potenziali clienti, tra cui alcune celebrità.