Un nuovo documentario della Bbc rischia di sollevare un gran polverone, sia a livello mediatico che negli ambienti della Chiesa. La rete britannica ha infatti svelato il contenuto riservato di alcune lettere tra Papa Giovanni Paolo II e una donna sposata, la filosofa americana di origini polacche Anna Teresa Tymieniecka.

Il documentario rivela un’amicizia molto intensa tra Papa Giovanni Paolo II e la donna, cominciata nel 1973, quando Karol Wojtyla non era ancora Papa, e che sarebbe proseguita per più di 30 anni. Nonostante la sua messa in onda sia prevista soltanto oggi, il sito del network ha già anticipato il contenuto di alcune di queste lettere.

Cinque anni prima di diventare Papa, Giovanni Paolo II iniziò questa amicizia, ma sul sito della Bbc viene specificato che: “Non c’è evidenza che il Pontefice abbia violato il voto di castità”.

Giovanni Paolo II e Anna Teresa Tymieniecka hanno collaborato per la revisione di un testo di Karol Wojtyla, “Persona e atto” e, oltre ad aver avuto anche una lunga corrispondenza epistolare, si sono incontrati di persona in varie occasioni. La Bbc testimonia alcuni loro appuntamenti con una serie di fotografie. Le lettere inviate al Papa dalla donna, scomparsa nel 2014, non sono invece state trovate dall’emittente britannica.

Da quello che emerge dalle lettere, Giovanni Paolo II parlava di Anna Teresa Tymieniecka come “un dono di Dio”. Wojtyla regalò poi alla donna uno scapolare della Madonna del Carmine e il 10 settembre 1976, due anni prima di diventare Papa, le scrive: “Già lo scorso anno cercavo un modo per dare un senso alle parole ‘ti appartengo‘. E finalmente, prima di lasciare la Polonia, l’ho trovato. Uno scapolare. Rappresenta la dimensione del fatto che ti accetto e ti sento in ogni tipo di situazione, quando sei vicina, quando sei lontana”.

Da alcune lettere si apprende poi di come il futuro Papa cercò di mantenere il rapporto con la donna sul piano dell’amicizia. Ad esempio in una missiva spedita sempre nel 1976, Giovanni Paolo II scriveva: “Mia cara Teresa, ho ricevuto tutte e tre le tue lettere. Mi scrivi di sentirti ‘a pezzi’, ma io non so rispondere alle tue parole”.