Giovanni Tanzi, fratello di Calisto ed ex vicepresidente della Parmalat, è morto a 70 anni; era da tempo malato di cuore.

Il malore fatale è avvenuto proprio nella stessa giornata in cui la Cassazione lo aveva condannato definitivamente a 10 anni e 2 mesi di reclusione per il crac dell’azienda; la lunga vicenda processuale si è conclusa anche con la condanna per l’ex presidente Calisto a 17 anni e 5 mesi.

Giovanni Tanzi era considerato il braccio destro del fratello. Ricoprì il ruolo di vicepresidente in parecchie società del gruppo Parmalat. Venne arrestato il 17 febbraio 2004; per i problemi di salute fu subito messo ai domiciliari. I suoi funerali si svolegeranno l’11 marzo alle 10.30 a Parma, dove risiedeva.

Il tracollo della Parmalat (foto by InfoPhoto) esplose nel 2003: un crac da 14 miliardi di euro, che vide come vittime 38mila risparmiatori. La Corte d’appello di Bologna emise il verdetto di condanna per Calisto Tanzi e il fratello Giovanni il 23 aprile 2012. La Cassazione ha sostanzialmente confermato le condanne inflitte in secondo grado.