Mancano tre giorni all’apertura ufficiale del Giubileo della Misericordia e a Roma si stanno predisponendo le misure di sicurezza straordinarie per far sì che tutto vada per il meglio. Proprio in occasione dell’8 dicembre – giorno dell’apertura appunto – il prefetto della città, Franco Gabrielli, ha predisposto una serie di misure restrittive e straordinarie che dovranno essere rispettate.

Fra i divieti che dovranno essere rispettati in vista dell’inizio del Giubileo della Misericordia vi è quello di non sorvolare lo spazio aereo del centro della Capitale e delle principali basiliche romane a partire dalle ore 6:00 e fino alle ore 22:00 dell’8 dicembre (divieto predisposto dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, l’Enac); impossibilità di trasportare armi, munizioni, esplosivi e gas tossici nel territorio di Roma (Grande raccordo anulare) compreso a partire dal domenica 5 dicembre e fino al giorno 9 dicembre.

Fra gli altri divieti imposti anche quello di sparare fuochi d’artificio e per tutta la giornata dell’8 dicembre di trasportare carburante, Gpl e metano. Tra lunedì 7 e martedì 8 dicembre dovranno inoltre essere interrotte tutte le riprese televisive e cinematografiche che richiedono l’uso scenico di armi o di mezzi e abbigliamento simile a quello in dotazione alle forze dell’ordine (sia forze di polizia sia forze armate in generale).

In realtà tutte queste misure prese in vista dell’inizio del Giubileo della Misericordia a Roma erano già state adottate in passato, in occasione di altri grandi eventi. Non si tratta dunque di novità ma soltanto di normale protocollo per innalzare i livelli di sicurezza della Capitale.