Ci sono facce della Prima e della Seconda Repubblica ai funerali di Giulio Andreotti, da Pier Ferdinando Casini a Arnaldo Forlani, a Ciriaco De Mita. Alle esequie, tra gli altri, presente anche Giuseppe Ciarrapico, storico esponente andreottiano e Franco Marini.

C’è anche l’ex presidente del Consiglio e senatore a vita Mario Monti ad aspettare il feretro in piazza della basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini.

Il feretro di Giulio Andreotti, l’ex presidente del Consiglio per ben 7 volte e senatore a vita, é stato accolto dall’applauso dalla folla di gente comune che lo stavano aspettando.

Stamattina a rendere omaggio alla camera ardente allestita per Andreotti anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato Vaticano, Gianni Letta, Arnaldo Forlani.

Napolitano l’ha ricordato così: “sulla lunga esperienza di vita del senatore Giulio Andreotti e sull’opera da lui prestata in molteplici forme nel più vasto ambito dell’attività politica, parlamentare e di governo, potranno esprimersi valutazioni approfondite e compiute solo in sede di giudizio storico”.

La moglie Livia sembrerebbe ignara della morte del marito in quanto anche lei non gode di buona salute e probabilmente la famiglia ha preferito non darle questo dolore.

A Roma è stato bloccato il traffico in C.so Vittorio Emanuele e la salma, ricoperta da rose bianche, sarà trasportata al cimitero monumentale del Verano.