Non c’è pace per la giunta Raggi. Dopo le dimissioni dell’assessore al bilancio Marcello Minenna e il dietrofront  del sindaco Virginia Raggi su Raffaele De Dominicis anche l’economista Salvatore Tutino, indicato tra i papabili per la poltrona, ha infatti deciso di tirarsi indietro. Interpellato dall’Ansa l’economista ha spiegato di essere stato messo sulla graticola da 20 giorni. Tutino si è detto contrariato dal clima interno al partito, spiegando che persino Virginia Raggi, una persona seria e mossa dalle migliori intenzioni, non potrà fare molto per la città se non verrà messa nelle condizioni migliori per farlo dai vertici.

Per la Raggi la situazione si fa sempre più intricata. Nei giorni scorsi l’esponente del Movimento 5 Stelle era stata costretta a fare marcia indietro sull’ex magistrato della Corte dei Conti Raffaele De Dominicis per via di un’indagine legata a un suo precedente incarico.

Per uscire dall’impasse la Raggi aveva fatto il nome del contabile Salvatore Tutino, scontrandosi nuovamente con la dirigenza del Movimento 5 Stelle. Proprio le critiche mosse dai vertici del partito verso la sua candidatura avrebbero spinto Tutino a tirarsi indietro. Il magistrato sarebbe stato additato dai parlamentari pentastellati come un esponente della tanto odiata casta contro cui si batte da anni il Movimento 5 Stelle.

Tutino non ha nascosto la sua amarezza per essere stato costretto a rinunciare a un ruolo attivo e determinante nell’amministrazione della Capitale:

Penso che nel nostro Paese siamo tutti portati a criticare e quando invece bisogna costruire ci si tira indietro. Ecco, io volevo fare qualcosa per la mia città ed ero disposto a fare un lavoro da tecnico. Era una bella sfida e pensavo di poter dare nel mio piccolo un contributo.

Tutino si è sentito tradito e coinvolto suo malgrado in quelle che ha definito “beghe” politiche che nulla hanno a che vedere con le sue capacità e il suo curriculum. La Raggi alla notizia del passo indietro dell’ispettore non si è scomposta e ha annunciato che presto i romani conosceranno il loro nuovo assessore al bilancio:

Tutino era una delle persone che stavamo esaminando, ma il nome arriverà presto.